Visita canonica a Cerignola. Comunità viva in spirito e cultura!

In questi giorni si è conclusa anche la visita Canonica Provinciale alla comunità di Cerignola. L’accoglienza è stata molto calorosa, come sempre! Una Comunità viva e crescente nel numero, nella qualità culturale ed umana!

Questa visita è stata molto importante, proprio perchè in questa Comunità ultimamente stiamo vivendo delle difficoltà di sostentamento economico. Per questo vogliamo soffermarci anche nel raccontarvi un po’ della sua storia . Una Comunità che, operando in maniera eccellente, offre un valido servizio alla cittadinanza di Cerignola.

Le suore Missionarie Figlie del Calvario operano nell’Istituto scolastico “Opera San Francesco” fin dal 14 Marzo 1953, anno in cui viene posta la prima pietra grazie a Padre Rosario Pagano Frate minore Cappuccino. L’insediamento ufficiale avviene il 9 Agosto 1958 sotto la direzione della Procuratrice generale Suor Maria Rita Ciani. Il 1 ottobre del 1958 inizia il primo anno scolastico che vede 150 bambini di scuola materna, 40 di Prima Elementare e 12 di Seconda elementare. Tre anni dopo, nel 1961 vengono aperte le porte alle prime iscritte all’Istituto Magistrale. Negli anni si è arricchita della Scuola Media Inferiore, del Liceo Linguistico, corsi di stenodattilografia e di una scuola di ricamo e maglieria per fanciulle.
La scuola accogliente ed aperta a tutti, si pone nel quartiere come luogo familiare di vita, d’incontro, di studio e di formazione secondo gli orientamenti del progetto educativo ed in conformità con le direttive del Ministero.
In quanto scuola cattolica, che opera con coinvolgimento di tutta la comunità educante, presta particolare attenzione alla formazione integrale, umana e cristiana della persona e conservando la fisionomia di scuola popolare, interconfessionale ed interculturale.

Cerignola è un comune italiano di 58.348 abitanti della provincia di Foggia in Puglia, situato nella valle dell’Ofanto sulle alture che delimitano il Basso Tavoliere. Il territorio si estende su di una superfice di 593,7 km quadrati.
Quanto ai servizi pubblici e sociali, esiste un palazzetto sportivo e un campo sportivo comunale. Ci sono circoli culturali e ricreativi: la Pro-Loco e diverse Associazioni di Volontariato quali Croce Rossa Italiana, Telefono Azzurro, Scouts. Il comune possiede una ricca biblioteca messa a disposizione della collettività.

Forti disagi culturali oltre che economici per la diffusa disoccupazione, specialmente ora in piena crisi economica,  condizionano notevolmente diverse famiglie del territorio. Di conseguenza anche i comportamenti scolastici di molti allievi che, inseriti nella totalità delle classi, frequentano le lezioni, sono turbati da condizioni familiari particolari. Gli alunni che provengono da diversi quartieri, sono di varia estrazione sociale, con prevalenza di studenti appartenenti a famiglie di ceto medio che, pur mostrando una certa sensibilità per la vita scolastica dei figli, hanno difficoltà a seguirli nel loro percorso formativo.

Per questo motivo la nostra scuola si pone la necessità di una particolare attenzione verso tutti gli allievi in egual modo, potenziando la loro motivazione allo studio e all’apprendimento, con un particolare focus sullo spirito di convivenza e di interazione tra loro. Siamo convinte che la condivisione e l’interattività sociale possa dare una spinta maggiore all’intelligenza emotiva di tutti gli alunni.

La nostra quindi, vuole essere un’incisiva azione culturale, sociale ed umana, che offre occasioni di convivenza e di una crescente socializzazione a ragazzi che, il più delle volte, vivono una vita povera di espressione e di relazioni.

Per questo motivo, appare necessario fare appello alla “pedagogia della comunità” che, nel rispetto delle competenze singole, tende, oltre che valorizzare la corresponsabilità e la collegialità dei docenti, al diretto coinvolgimento degli allievi e dei loro genitori nell’affermazione di un ascuola di “qualità”, che sappia coniugare le esigenze locali con quelle nazionali.

Se vuoi sostenere la nostra missione puoi farlo qui, con un semplice clik

Una risposta a “Visita canonica a Cerignola. Comunità viva in spirito e cultura!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *