Comunità di Ladispoli

Nell’ultimo Capitolo Provinciale, celebratosi nel 1991 si decise di aprire una casa di accoglienza per ritiri e riunioni della Provincia, nella località di Ladispoli, luogo di villeggiatura estiva e distante da Roma 50 km. Appartiene alla Diocesi di Porto e Santa Rufina.

La casa era stata utilizzata per soggiorno estivo dei ragazzi della Comunità educativa residenziale “Madre Francesca Peticca” di Cesi di Terni, appartenente alla  Provincia d’Italia, attualmente chiusa.

Il 18 febbraio 1992 detta casa divenne sede ufficiale, in quanto, furono destinate a vivere due Suore con il compito specifico da svolgere. Oltre all’attività di accoglienza-preghiera, la casa attualmente è considerata dalla Provincia anche sede del Postulantato.

La casa è situata in una zona inizialmente disabitata , ma che con il tempo si è popolata ed è diventata una zona soddisfacente. Inizialmente  la parrocchia nasce ed è funzionale presso i locali della casa delle Suore , poi nel 1995 iniziano i lavori per la costruzione della Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù.

Le Suore sono impegnate nella Catechesi e  nella collaborazione di quanto programma il Consiglio Pastorale della Parrocchia;  hanno frequentato la scuola di Teologia presente nel centro di Ladispoli e si attivano per collaborare nel soggiorno estivo nei mesi di luglio e agosto, a seconda delle richieste.

Attualmente è presente una Scuola dell’Infanzia aperta tre anni fa per soddisfare le richieste del territorio e poter andare incontro ai bisogni dei genitori .

La casa di Ladispoli apre le porte a tutte le ragazze che vogliono fare un’esperienza di incontro con il Signore, un’esperienza di accompagnamento spirituale e di incontro con se stesse, guidandole verso la scelta giusta da fare per vivere in pienezza la loro vita.